Oggi molte donne festeggeranno, riceveranno mimose, andranno a cena fuori e si divertiranno. Ma quante di loro conoscono realmente il motivo per cui l’8 marzo vengono festeggiate? Molte pensano che questa ricorrenza nasca in memoria delle operaie morte nel rogo di una fabbrica di New York nel 1911. Ma non è così, questa è solo una leggenda nata dopo la seconda Guerra Mondiale.

In realtà la giornata internazionale della Donna nacque negli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909 e ad istituirla fu il Partito Socialista che organizzò in quella data una manifestazione in favore del diritto delle donne al voto. Presto si unirono altre rivendicazioni dei diritti femminili. Tra il 1908 e il 1909 migliaia di operaie di New York scioperarono per giorni e giorni per chiedere un aumento salariale e un miglioramento delle condizioni di lavoro.  Nel 1910 il congresso dell’internazionale socialista propose di istituire una giornata dedicata alle donne. Il 25 marzo del 1911 si verificò l’incendio nella fabbrica Triangle di New York dove persero la vita molte donne. Da quel momento si moltiplicarono le manifestazioni delle donne. In molti Paesi europei, tra cui Germania, Austria e Svizzera, nacquero delle giornate dedicate alle donne.

La data dell’8 marzo entrò per la prima volta nella storia della Festa della Donna nel 1917, quando in quella data le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra, dando vita alla «rivoluzione russa di febbraio».  Questo evento ispirò le delegate della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca a scegliere l’8 marzo come data in cui istituire la Giornata Internazionale dell’Operaia.

In Italia la Festa della Donna iniziò a essere celebrata nel 1922 con la stessa connotazione politica e di rivendicazione sociale. Nel 1945, l’Unione Donne in Italia (formata da donne del Pci, Psi, Partito d’Azione, Sinistra Cristiana e Democrazia del  Lavoro) celebrò la Giornata della Donna nelle zone dell’Italia già liberate dal fascismo. La mimosa invece viene usata come simbolo della ricorrenza per la prima volta in Italia l’8 marzo del 1946, proprio perché fiorisce i primi giorni di marzo.

Ricordiamo infine che questa  giornata nasce per ricordare le conquiste sociali e politiche delle donne, un’occasione per rafforzare la lotta contro le discriminazioni e le violenze, un momento per riflettere sui passi ancora da compiere. È un modo per ricordarsi da dove veniamo, noi donne, e dove stiamo andando. E allora auguri a tutte noi!

festa della donna

Iscriviti alla newsletter e sarai avvisato ogni volta che pubblico un nuovo post!

Buzzoole

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *