Ho provato più volte in questi giorni a scrivere un nuovo articolo. Parlando magari del nuovo passeggino da acquistare, del secondo compleanno di Gioia alle porte o della sua iscrizione alla scuola materna. Ma ogni volta iniziavo e non riuscivo ad andare oltre le tre righe.

Martedì la terra ha tremato di nuovo. Nel centro Italia è da agosto che non ha mai smesso. Noi abitiamo in Ancona, abbastanza lontano dall’epicentro, ma non così tanto da non sentire le scosse superiori al quinto grado. E martedì ce ne sono state 4 a poche ore di distanza. Un evento sconosciuto per queste zone, ma con il quale dobbiamo iniziare a convivere.

L’angoscia è ritornata viva in tutti noi. Le scuole sono state chiuse. Molti hanno avuto paura. Non possiamo nemmeno lontanamente immaginare come si sentano le persone che si trovano vicino l’epicentro.

Persone messe a dura prova dal terremoto ed in questi giorni anche da una nevicata record che li ha lasciati senza energia elettrica e riscaldamento per parecchi giorni. Il mio pensiero va a loro, vorrei poter fare qualcosa per aiutarli.

Nella tragedia del terremoto si è aggiunto anche il crollo dell’Hotel Rigopiano causato da una valanga di neve. Gli ospiri erano tutti pronti per tornare a casa ed aspettavano lo spazzaneve, ma la valanga li ha travolti prima del suo arrivo. Giorni di ansia e speranza di ritrovare qualcuno vivo sotto metri e metri di neve. Ieri il miracolo è avvenuto. Tutti i bambini sono stati ritrovati e messi in salvo insieme ad alcune persone. E la sotto, si sentono ancora voci.

Preghiamo per tutti loro e per le loro famiglie. Con la speranza che i vigili del fuoco, la polizia cinofila e tutti gli “angeli custodi” che stanno lavorando alacremente da giorni, riescano ad estrarre più superstiti possibili. E che questa terra smetta di tremare presto. Scusatemi per questo post così triste ma non riesco a pensare ad altro in questi giorni.

candele

Iscriviti alla newsletter e sarai avvisato ogni volta che pubblico un nuovo post!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *